Drive Me Volvo: guida autonoma con l’aiuto delle famiglie

Da oggi Volvo Cars inizia a sviluppare le vetture con guida autonoma con l’aiuto delle famiglie svedesi, attraverso l’iniziativa Drive me,  che collauderanno le automobili sulle strade pubbliche di Goteborg e dintorni, comunicando poi le loro impressioni agli ingegneri.

Drive Me Volvo

Alle prime due famiglie – ovvero gli Hain e i Simonovski, residenti nell’area di Goteborg – sono stati consegnati i suv di lusso XC90 che verranno utilizzati nell’ambito del progetto Drive Me. Altre tre famiglie si aggiungeranno a queste all’inizio del prossimo anno e nel giro dei prossimi quattro anni arriveranno a 100 le persone coinvolte nel progetto Drive Me. Entrambe le famiglie contribuiranno all’iniziativa Drive Me grazie ai dati preziosi che forniranno consentendo agli ingegneri dell’Azienda di monitorare il loro utilizzo quotidiano del veicolo e la loro interazione con lo stesso durante il viaggio per raggiungere il luogo di lavoro, per accompagnare i figli a scuola o per andare a fare la spesa.

Drive Me Volvo

Volvo Cars prevede di sviluppare vetture completamente autonome e pronte per la commercializzazione entro il 2021 e i dati raccolti attraverso il progetto Drive Me avranno un ruolo fondamentale nella realizzazione di queste automobili con tecnologia di guida autonoma: “È fantastico poter partecipare a questo progetto,” ha commentato Alex Hain, 45 anni. “Abbiamo l’opportunità di contribuire a una #tecnologia in fase di sviluppo che un giorno salverà delle vite umane.” Non sarebbe male, amici di Volvo Italia, replicare questa iniziativa anche da noi! Che ne dite?

Isabella Varetto

Isabella Varetto

Nata nel 1968, post qualsiasi tipo di rivoluzione, è appassionata di Formula1, calcio, tennis e sport in generale; adora lo shopping ed è amante di tutto ciò che è esteticamente bello ! Essendo nata a Torino, città di cui è profondamente innamorata e culla per eccellenza dell'automobile, non poteva che subirne il fascino in tutte le sue manifestazioni. Seguitela su Twitter.