PLR: Michelin e André Citroën insieme nel millepiedi DS

Lo storico rapporto tra i fratelli Michelin e André Citroën portò alla produzione di due prototipi unici al mondo che furono utilizzati per la sperimentazione e la progettazione di pneumatici, di cui alcuni specificatamente prodotti per DS 21.
La seconda ID Break messa in pista da Michelin ha dell’incredibile: il nuovo banco prova su strada non era destinato ai test sugli pneumatici per automobile ma su quelli progettati per i veicoli pesanti, come camion e autobus: allungata fino quasi a otto metri, larga poco meno di due metri e mezzo e montata sulla bellezza di dieci ruote, oltre quella da collaudare, sempre centrale, la nuova “creatura” non poteva che chiamarsi PLR, sigla che sta per PoiDS Lourd Rapide (ovvero “camion veloce”) o, per gli amici, Mille Pattes che significa millepiedi.

PLR: Michelin e André Citroën insieme nel millepiedi DS

Un millepiedi straordinariamente potente, mosso da due motori Chevrolet di più di duecento cavalli di potenza (ciascuno) e capace di superare i 180 km/h e viaggiare indefinitamente a più di 160 all’ora come velocità di crociera (almeno fino all’esaurimento dei due serbatoi di benzina da 90 litri). La massa totale superava le nove tonnellate che potevano essere scaricate quasi completamente sullo pneumatico centrale. Una prova ulteriore delle incredibili capacità delle sospensioni idropneumatiche della DS!

Costruito nel 1972, il PLR “millepiedi” ha servito Bibendum fino agli anni ‘90 ed è oggi visibile presso il bellissimo museo “l’Aventure Michelin” di Clermont Ferrand.

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?