Mini continua a reinventarsi ancora e ancora

Mini, proposta da sempre originale nel segmento delle compatte premium, passa alla prossima fase della sua evoluzione. Con un profondo restyling per la Mini 3 porte, 5 porte e per la Cabrio, la casa automobilistica premium britannica assicura design espressivo, stile individuale e, ci auguriamo, piacere di guida.

Mini continua a reinventarsi ancora e ancora

Le nuove scelte per il design degli esterni ridisegnano l’aspetto inconfondibile della MINI in chiave decisamente purista. Dominata più che mai dalla caratteristica griglia del radiatore, il cui contorno esagonale occupa ora molto più spazio, e dai fari tondi caratteristici di Mini. Le luci di posizione sono sostituite da prese d’aria verticali poste molto all’esterno, che tagliano le barriere d’aria per ottimizzare l’aerodinamica. La striscia centrale del paraurti, che funge anche da porta targa, è ora del colore della carrozzeria invece che nero.

Nella vista laterale, particolarmente accattivanti i nuovi contorni dei bordi dei passaruota. Inoltre, gli indicatori laterali integrati nei rivisitati Side Scuttles, sono ora dotati di tecnologia LED.

Mini continua a reinventarsi ancora e ancora

Nella vista posteriore delle varianti del modello Mini con motore a combustione, una cornice nera riprende la forma esagonale della griglia del radiatore. Il faro antinebbia posteriore è ora integrato nella grembialatura posteriore come unità LED ristretta.

Mini continua a reinventarsi ancora e ancora

Oltre alle colorazioni in Jet Black, Aspen White e Melting Silver e al Chili Red per la Mini John Cooper Works, per la Mini 3 porte e la 5 porte viene offerta una variante innovativa e unica al mondo per la verniciatura del tetto. Il nuovo Multitone Roof presenta una gradazione di colore, che va dal San Marino Blue attraverso il Pearly Aqua fino al Jet Black, creata con una nuova tecnica di verniciatura che si estende dalla cornice del parabrezza alla parte posteriore.

Mini continua a reinventarsi ancora e ancora

Le mutevoli condizioni ambientali possono provocare leggere deviazioni nel pattern di colori, così che ogni Mini dotata di Multitone Roof è già unica ex works. La finitura della carrozzeria comprende tre nuovi colori. Oltre alle verniciature esterne Rooftop Grey metallizzato e Island Blue metallizzato, sarà disponibile anche la variante Zesty Yellow, inizialmente disponibile solo per la Cabrio. Nell’opzione Piano Black Exterior, le maniglie delle porte, i Side Scuttles, il tappo del carburante, i loghi Mini sul cofano e sullo sportello del vano bagagli, le scritte identificative e il tubo dell’impianto di scarico sono ora rifiniti in nero lucido, oltre alle cornici dei fari, della griglia del radiatore e delle luci posteriori.

Anche la gamma di cerchi in lega leggera per la Mini è stata ampiamente rinnovata con cinque nuove varianti che non ci convincono molto. I cerchi da 17 pollici sono ora disponibili anche nel design Tentacle Spoke black, in Scissor Spoke, precedentemente disponibile solo per la Mini Sidewalk Cabrio, e in una versione nera della variante Pedal Spoke che era stata precedentemente introdotta esclusivamente per i modelli 60 Years Edition. Inoltre, i cerchi in lega leggera da 18 pollici sono ora disponibili nel design Pulse Spoke, con un look bicolore concentrico, così come i cerchi in lega leggera John Cooper Works nella variante Circuit Spoke Black. Le caratteristiche luci posteriori con design Union Jack fanno ora parte dell’equipaggiamento di serie anche per la 3 porte, 5 porte e la Cabrio.

Gli interni sono stati ridisegnati. Meno giunture e pulsanti danno all’abitacolo un aspetto più sofisticato e moderno. Le cuciture sulla finta pelle nera dei cuscini dei sedili presentano una combinazione di colori che si abbina al tessuto delle superfici dei sedili, il numero di elementi cromati è stato notevolmente ridotto in tutti gli interni. Le prese d’aria interne sono state completamente ridisegnate e sono ora incassate per essere a filo con la superficie. La superficie interna, disponibile come optional nelle nuove varianti Silver Chequered e Mini Yours Aluminium ed Electric per la Mini Cooper SE, si estende ora per tutta la larghezza del cruscotto nella zona del guidatore.

Il quadro strumenti digitale sul piantone dello sterzo e l’iconico strumento centrale dotato di una nuovissima interfaccia utente indicano la rotta del marchio verso la dimensione digitale. Un display touchscreen a colori da 8,8 pollici, pulsanti touch per selezionare i preferiti e le superfici lucide Piano Black sono ora di serie. Inoltre, il sistema audio, i pulsanti di funzione per le luci di emergenza e i sistemi di assistenza alla guida sono integrati in modo ancora più armonioso nella centralina circolare. In combinazione con l’opzione Ambient Light, un nuovo design delle superfici con incisione laser ottimizza l’aspetto dell’anello luminoso a LED che circonda la strumentazione centrale. Il controller del sistema operativo posto sulla console centrale presenta ora una superficie completamente nera in combinazione con il sistema di navigazione. Un volante sportivo in pelle di nuova concezione con tasti multifunzione farà parte dell’equipaggiamento di serie. I pacchetti di equipaggiamento John Cooper Works Trim, Mini Yours Trim e Mini Electric Trim presentano una versione particolarmente pregiata del volante sportivo, dotato di una superficie in pelle nappa e di poggia pollici più grandi.

Mini continua a reinventarsi ancora e ancora

I motori a 3 cilindri, ciascuno con una capacità di 1,5 litri (Euro 6d), sono disponibili in tre versioni con potenze che vanno da 55 kW/75 CV a 75 kW/102 CV e 100 kW/136 CV. Il motore a 4 cilindri da 2,0 litri genera una potenza massima di 1131 kW/178 CV o 170 kW/231 CV nei due modelli John Cooper Works. Sono combinati di serie con un cambio manuale a 6 marce. Ad eccezione del motore entry-level, possono anche trasmettere la loro potenza alle ruote anteriori attraverso un cambio Steptronic a 7 rapporti con doppia frizione (modelli John Cooper Works: cambio Steptronic a 8 rapporti).
Con il suo motore elettrico da 135 kW/184 CV, la Mini Cooper SE consente un’autonomia (piuttosto limitata, viste le concorrenti) da 203 a 234 chilometri secondo il ciclo di prova WLTP. Una nuova versione delle sospensioni adattive, disponibile per la prima volta sui modelli Mini, ridefinisce ora l’iconico go-kart feeling del marchio.

Mini continua a reinventarsi ancora e ancora

Il lancio sul mercato globale dell’ultima edizione dei modelli Mini inizierà a marzo 2021, in una versione specifica per il modello SE, completamente elettrica. Anche le ultime versioni per atleti estremi, la Mini John Cooper Works, beneficiano di un ulteriore sviluppo nel design, specifico per il modello.

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?