MerenderosOnTheRoad

Il bello di Cars and Coffee, oltre allo spettacolo unico (con oltre 270 vetture esposte e un’infinita schiera di appassionati la cui quantità, 25.000 persone, risulta quasi imbarazzante) è che all’interno dell’evento, ormai, si creano gruppi di amici che, a loro volta, creano altri mini-eventi per continuare a “guidare la loro passione”.

#MerenderosOnTheRoad

Tra i tanti che ho letto in questi giorni, beh, c’è ne uno che mi ha particolarmente colpito, realizzato da Marco “Aston” Solari (Prototype Zero)… Un po’ per il suo nome, che è diventato pure l’# di viaggio: MerenderosOnTheRoad… Un po’ per il suo tragitto (particolarmente coreografico) ed un po’ per il nutrito gruppo di partecipanti, tra cui ci sono anche un vecchio amico del Lifers.it, ossia “Marchettino”,  Cesare Picci, Davide Manera di Pit Stop Supercars e Andrea Mazzucca di The Outlierman.

#MerenderosOnTheRoad

Il viaggio è ambizioso: partenza da Brescia (Cars and Coffee, appunto) e arrivo ad un’altra attesa manifestazione automobilistica (ma non solo) nel Principato di Monaco, ossia il Top Marques. Unico intoppo, il Colle del San Bernardo chiuso per neve e una deviazione, obbligata, attraverso il tunnel (con il rischio di far tremare l’intera montagna e far spaventare un Francese, che si è visto tallonato da 6 rombanti supercar).

#MerenderosOnTheRoad

Non tutti hanno fatto tutto il tragitto, ma in totale la carovana non è mai scesa al di sotto delle 6-7 unità (che, a mio parere, è già un bel vedere) e consumi sull’ordine dei 6/7 Km/l. Corvette C5 e C6 Convertible, Ferrari 360 Spyder, Jaguar F-Type, Jaguar XKR-S, Nissan GT-R, BMW Z4 35, C63 AMG, Toyota GT86, Audi TTs, Mini JCW 340 alcune delle vetture coinvolte. A questo giro ammessi solo “maschietti” e, unico rapporto concesso con il gentil sesso, beh, attraverso l’App. Tinder…

12512644_10209137540057554_8036320161088005020_n

Ciò che mi preme farvi notare, al di la dell’allegra compagnia che è passata indenne da Spa a cinque stelle e annaffiate di Champagne, a McDonald e posti di blocco (anche se una serata da brivido, nella caserma di un paesino dimenticato dagli uomini l’hanno passata, pare per “guida pericolosa”, ah, ah) andare alla scoperta del tragitto che, a mio avviso, è molto bello e può essere utilizzato anche per una allegra scampagnata estiva.

I giorni e le tappe, ovviamente sono puramente indicative, e frutto dello studio di Marco, così come gli hotel per il pernottamento e i ristoranti per la cena:

#MerenderosOnTheRoad

Domenica:
(Cars & Coffee) Brescia – Valtournenche 295 km
Quasi tutti di tutor – Alloggio: 4478 Mountain Lodge Indirizzo: Località Montaz, 11028 Valtournenche, Italia. Cena al ristorante Foyer Des Guides

#MerenderosOnTheRoad

Lunedì:
Valtournenche – Annecy 265 km
In questa giornata si guida attraverso tre Passi alpini. Saranno all’incirca cinque ore di macchina: partenza da Valtournenche per le 10:00, si scende a valle per poi risalire verso il primo passo, quello del Gran San Bernanrdo (2.473 m s.l.m) che collega l’Italia con la Svizzera. Si continua con una discesa fino a Martigny, Svizzera, per poi risalire verso un altro passo, il Col de la Forclaz (1.527 m s.l.m) si tratta di un valico alpino che collega Martigny con Chamonix, Francia. Per ammorbidire la giornata si consiglia di fare una sosta per pranzare a Chamonix che si trova a metà strada. Nel pomeriggio si guida in direzione Annecy, invece che percorrere l’autostrada attraverseremo il Colle Des Aravis (1.487 m s.l.m.). Il Colle des Aravis è un valico alpino tra i dipartimenti francesi della Savoia e dell’Alta Savoia. Si trova nelle Catena des Aravis e separa il comune di La Clusaz dal comune di La Giettaz. Il colle è percorso dalla Route des Grandes Alpes. Oltrepassato il colle è tutta discesa fino ad Annecy.

#MerenderosOnTheRoad

Martedì:
Annecy – Gap 275 km
In questa giornata si percorrono i tre famosi passi del Tour De France. Partenza da Annecy, si percorre il lungo lago fino ad arrivare ad Albertville per poi prendere lo svincolo verso Modane e giunti a Saint-Michel-de-Maurien seguiamo la D902 verso il Col du Tèlègraphe (1566 mt). Il passo è situato nel massiccio des Cerces e collega la città di Saint-Michel-de-Maurienne con Valloire, nota stazione sciistica francese. Continuiamo a percorrere la D902 verso il Col Du Galibier (2.645 m s.l.m.) che separa le Alpi Cozie dalle Alpi del Delfinato. Proseguiamo poi fino al all’ultimo passo, il Col Du Lautaret (2.058 m s.l.m.) che separa le Alpi delle Grandes Rousses e delle Aiguilles d’Arves (a nord) dal massiccio des Écrins (a sud). Da qui è discesa fino a Briançon dove poi proseguiremo in direzione Gap. Nel caso esistesse la possibilità per spezzare il viaggio è consigliato fermarsi a pranzo in uno dei tre colli. Alloggio: Les Tresoms Lake and Spa Resort Indirizzo: 15 Boulevard de la Corniche, 74000 Annecy, Francia.

Mercoledì:
Gap – Montecarlo 285 km
Sicuramente il percorso più impegnativo, circa 7 ore di macchina. Partenza da Gap in direzione Barcelonette, da qui si prosegue verso Guillaumes percorrendo il Colle della Cayolle (2.326 m s.l.m.). Proseguiamo seguendo Venanzone e attraversando il Col de la Couillole (1.678 m s.l.m.) è il Col St Martin (1.500 m s.l.m.). Proseguiamo seguendo Saint-Martin-Vésubie per arrivare finalmente al Col de Turini (1.604 m s.l.m.). Da qui si prosegue in discesa fino a Montecarlo passando per il Col de Castillon (706 m s.l.m.). Alloggio: Les Olivades Indirizzo: Route de Malcombe, 05000 Gap, Francia

#MerenderosOnTheRoad

Insomma, bravo a Marco “Aston” Solari per la sua bellissima iniziativa e…
Che altro aggiungere, se non la speranza che possiate esclamare anche Voi, come “The Outlierman“, al termine del viaggio: That’s life !

#MerenderosOnTheRoad

Thanks to Thomas Falavigna (“Logo Creator”)
Marco Longhini

Marco Longhini

Giornalista iscritto all'Ordine, insegue da sempre (creando strani incastri) le sue due più grandi passioni, AUTO e MUSICA. Ha partecipato a numerosi corsi di guida performance e si definisce un "car addicted"; a differenza di molti colleghi, però, è più interessato ai pregi e difetti con la loro convivenza, che alla quantità di fumo che sono in grado di generare dalle ruote posteriori. Vive nell'eterno dilemma: "lusso o prestazioni" ? Fondatore del Lifersblog (ora casa di villeggiatura) si augura diventi presto il suo domicilio principale...