Vantage: Aston Martin presenta la seconda generazione

La targhetta Vantage è stata indossata da ben 21.500 esemplari, alcune diventate vere icone ed utilizzata, per la prima volta, già nel 1951. Oggi, una nuova e spettacolare auto sportiva prende forma con un design audace e distintivo, di cui colpiscono (sopratutto) le nuove luci anteriori (belli i piccoli “occhi” a Led, anche se paiono un interessante mix fra Mazda e Corvette) e posteriori (con il gruppo ottico unico, quasi esagerato che, una volta acceso, fa pensare ad una berlina francese), contribuiscono a un’identità forte (e individuale) all’interno della gamma di nuovi modelli Aston Martin.

Vantage: Aston Martin presenta la seconda generazione

Design completamente inedito, tanto che anche la famosa ed ampia calandra anteriore è stata completamente ridisegnata ed ha un forte impatto visivo; la vista laterale, con gli sfoghi d’aria (che strizza l’occhio alla forme della connazionale F-Type) include una sottile nervatura, che arriva fino al posteriore, ed è lunga 4,46 metri.
Dietro un grandissimo diffusore posteriore e il portellone con profilo integrato.

Vantage: Aston Martin presenta la seconda generazione

Gli interni, pur richiamando la DB11, puntano alla sportività della sua natura a due posti secchi. Ci si siede 10 mm più in basso rispetto a prima e si ha maggior spazio in tutte le direzioni; molto particolare la console centrale rialzata, con una disposizione completamente nuova dei comandi (in una sorta di struttura triangolare, che include i pulsanti della trasmissione). Il Display dell’infotainment è da 8 pollici e, a giudicare dalle foto, il tutto si ispira un po’ alla GT (del resto, molti dei componenti arrivano da li…).

Vantage: Aston Martin presenta la seconda generazione

Il motore, di origine Mercedes-AMG, è un V8 4.0 biturbo che eroga 510 cavalli e 685 Nm di coppia e beneficia di una più compatta ed equilibrata lubrificazione a carter umido e di un sound personalizzato. Disponibile, unicamente, con cambio automatico ZF (a otto marce con rapporti ravvicinati, montato al posteriore e abbinato a un inedito differenziale elettronico E-Diff con Dynamic Torque Vectoring, alla sua prima apparizione su una vettura Aston Martin).

Vantage: Aston Martin presenta la seconda generazione
Chi si siede al volante ha la possibilità di scegliere tra tre modalità di guida: Sport, Sport Plus e Track, che influiscono sulla risposta di motore, cambio, modificano la risposta del servosterzo elettrico e dell’assetto adattivo Skyhook (di serie), oltre ai settaggi dell’Esp e dell’E-Diff.

Vantage: Aston Martin presenta la seconda generazione

Arriverà in primavera ad un prezzo che, in Germania, è stato fissato sui 154.000 euro.
Con uno 0-100 km/h in 3,7 secondi, ed un bagagliaio con una capacità di 350 litri, che sia lei la vera (nuova) antagonista della 911?

Marco Longhini

Marco Longhini

Giornalista iscritto all'Ordine, insegue da sempre (creando strani incastri) le sue due più grandi passioni, AUTO e MUSICA. Ha partecipato a numerosi corsi di guida performance e si definisce un "car addicted"; a differenza di molti colleghi, però, è più interessato ai pregi e difetti con la loro convivenza, che alla quantità di fumo che sono in grado di generare dalle ruote posteriori. Vive nell'eterno dilemma: "lusso o prestazioni" ? Fondatore del Lifersblog (ora casa di villeggiatura) si augura diventi presto il suo domicilio principale...