Toyota C-HR

Dobbiamo dire che il nuovo Toyota C-HR ha attirato molti sguardi, grazie al suo stile dirompente, al Motor Show di Bologna.
Questo crossover compatto è il secondo modello progettato sulla nuova architettura TNGA (Toyota New Global Architecture), già presentata sulla Prius IV, che consente di abbassare il baricentro (nel caso di C-HR il più basso della categoria, garantendo una guida estremamente bilanciata e precisa grazie ad una significativa riduzione del rollio) e quindi realizzare un prodotto senza alcun compromesso, in termini di design e performance, contribuendo a migliorare lo stile, il piacere di guida e la sicurezza.

Toyota C-HR

Tale architettura, unita alla tecnologia ibrida di ultima generazione, è in grado di assicurare piacere di guida nel pieno rispetto dell’ambiente a cui si aggiunge la massima sicurezza, inclusa nel prezzo. Il nuovo Toyota C-HR offre, infatti, il Toyota Safety Sense Plus (che include il sistema Pre-collisione, l’Avviso di Superamento Corsia e il sistema di Abbaglianti Automatici, oltre alla funzione di Rilevamento Pedoni, al Cruise Control adattivo e al Riconoscimento della Segnaletica Stradale) di serie su tutta la gamma.

Toyota C-HR

Il segmento dei crossover compatti è un segmento che, negli ultimi due anni, ha registrato una crescita importante. – ha dichiarato Andrea Carlucci, Amministratore Delegato Toyota Motor Italia, – Si è passati infatti dalle 71.000 unità del 2015 alle oltre 105.000 previste per la fine del 2016. Il nuovo Toyota C-HR mira adesso a conquistare un ruolo da protagonista, con obiettivi di vendita attorno alle 16.000 unità annue tra il 2017 ed il 2019, mirando a posizionarsi tra i primi tre player del segmento di riferimento”.

Toyota C-HR

Il nuovo C-HR (disponibile in due motorizzazioni) avrà un ruolo fondamentale nell’accelerare la crescita dell’ibrido Toyota, considerando una mix di vendita delle versioni Hybrid pari a circa il 90%. Tale risultato permetterà inoltre al marchio di raggiungere, entro il 2019 una mix di ibrido pari al 70% delle immatricolazioni dell’intera gamma:
Full Hybrid di ultima generazione: lo stesso della Prius IV, che abbina un motore 1.8l benzina ad una unità elettrica, per complessivi 90 kW/122 CV, con emissioni di CO2 di soli 86g/km e consumi pari a 3,8l/100 km nel ciclo combinato.
1.2 turbo benzina 2 e 4 ruote motrici: da 116 CV/85 kW e 185 Nm di coppia (già presente sulla gamma Auris), un’unità che offrirà emissioni di 134 g/km e consumi a partire da 5,9 l/100 km nel ciclo combinato.
Entrambe le motorizzazioni saranno disponibili esclusivamente con cambio automatico (E-CVT per l’Hybrid, CVT per il 1.2 turbo).

Toyota C-HR

Quattro versioni (di cui una Business) anche per quanto concerne gli allestimenti:
Active con: cerchi in lega da 17”, fendinebbia, Smart entry, Toyota Safety Sense Plus, Toyota Touch da 8”, Telecamera posteriore, DAB, clima automatico bi-zona, Sensori pioggia e Crepuscolare.
Style con: cerchi in lega specifici da 18”, livrea metallizzata bi-colore, vetri oscurati, sedili riscaldati con regolazione lombare, rifiniture specifiche Electric Blue.
Lounge con: cerchi in lega bruniti da 18” a 10 doppie razze, vetri oscurati, vernice metallizzata, assistenza al parcheggio SIPA, Tecnologia Nanoe, Sedili riscaldati in pelle/tessuto con regolazione lombare, Rifiniture interne Fashion Brown
Business, disegnata appositamente per i clienti flotte e che alle dotazione della versione Active aggiunge: sedile guidatore con supporto lombare, sedili anteriori riscaldati, navigatore satellitare Toyota Touch 2 With Go e sensori di parcheggio (optional)

L’offerta di lancio prevede dei prezzi promozionali fino il 31/12/2016, garantendo la massima accessibilità al prodotto, a prescindere dalle versioni scelte. C-HR è già prenotabile a partire da 21.500 euro per la versione Active 1.2l turbo 2WD.Per passare alla versione d’ingresso della gamma ibrida, bastano 23.500 euro (stesso prezzo della versione Active 1.2l turbo 4WD)
Le versioni Lounge e Style, indifferentemente Hybrid o benzina 4WD, sono poi disponibili al prezzo di 25.500 euro. Non manca infine l’offerta PAY per DRIVE, la soluzione di finanziamento Toyota in grado di garantire allo stesso tempo massima accessibilità, flessibilità e libertà di scelta.L’offerta pensata per C-HR prevede infatti un’unica rata di 250 euro al mese (anticipo di 6.250 euro per 48 mesi), a prescindere dalla versione e dalla motorizzazione scelta.

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?