GT-R 50, Italdesign inizia la produzione della Nissan limitata

Italdesign ha presentato, in streaming (come sempre più spesso si usa fare in questo periodo) la prima Nissan GT-R 50 della serie celebrativa limitata a cinquanta esemplari di cui vi abbiamo già parlato, quando era ancora solo un prototipo.  Sicuramente un bel segno (anche se ancora a porte chiuse e, quindi, senza il contatto diretto con gli appassionati) dopo il parziale stop dell’attività produttiva dovuto al COVID-19.

Italdesign inizia la produzione della Nissan GT-R 50

Sviluppato sull’ultima versione della Nissan GT-R NISMO, il modello nato dalla collaborazione tra Nissan e Italdesign è un omaggio ai cinquant’anni della GT-R e di Italdesign, festeggiati rispettivamente nel 2019 e nel 2018. La GT-R 50 by Italdesign è dotata di un motore V6 biturbo da 3,8 litri e 720 CV, assemblato a mano da NISMO.

Jörg Astalosch, CEO di Italdesign,  ha confermato la consegna delle prime vetture tra la fine di questo anno e l’inizio del 2021 (una volta completate le pratiche di certificazione ed omologazione per tutti i mercati) e sono numerose le prenotazioni già effettuate.
Se, però, avete intenzione di metterla nel vostro garage, magari con una delle storiche livree delle GT-R, sappiate che un numero ridotto di modelli è ancora disponibile.

Come successo con la Zero Uno (a proposito, avete letto in nostro test drive?) anche per questa speciale GT-R (che introduce un’ala posteriore attiva) l’esperienza di personalizzazione offerta da Italdesign sarà quasi infinita e, ogni veicolo, rappresenterà un capolavoro del tutto unico al mondo che, sicuramente, acquisterà valore e diventerà oggetto da collezione. Ecco il giusto pensiero per giustificare i 780.000 euro in più rispetto ad una Nismo di serie, che fanno lievitare il prezzo finale a 1.207.000 € per questa personalizzazione.

Speriamo di potervela mostrare presto dal vivo e, perché no, portarla a fare una passeggiata sulla “Panoramica” della collina Torinese che, ne siamo certi, sarà perfetta per farla (e farci) divertire!

Marco Longhini

Marco Longhini

Giornalista iscritto all'Ordine, insegue da sempre (creando strani incastri) le sue due più grandi passioni, AUTO e MUSICA. Ha partecipato a numerosi corsi di guida performance e si definisce un "car addicted"; a differenza di molti colleghi, però, è più interessato ai pregi e difetti con la loro convivenza, che alla quantità di fumo che sono in grado di generare dalle ruote posteriori. Vive nell'eterno dilemma: "lusso o prestazioni" ? Fondatore del Lifersblog (ora casa di villeggiatura) si augura diventi presto il suo domicilio principale...