Antiabbandono, molto in sordina diventa legge a tutti gli effetti

Giovedì 7 le mie amiche erano alla disperata ricerca dei dispositivi antiabbandono, in quanto mamme di bimbi al di sotto dei quattro anni di età ed in quanto il Decreto legislativo “salva bebè” il giorno prima (e molto in sordina) era diventato legge a tutti gli effetti.
Insomma il solito pasticcio di cui solo noi italiani siamo capaci. Perché è assolutamente giusta l’approvazione di questo decreto, visti gli episodi che hanno riempito le cronache in questi ultimi tempi, ma è altrettanto vero che non è normale che si crei il caos nel giro di 24 ore con mamme, papà, nonni, zii (e chiunque sia in qualche modo coinvolto con bimbi piccoli) alla ricerca affannosa del dispositivo o del seggiolino per non incorrere in multe e decurtazione punti dalla patente .
In realtà questo decreto dei dispositivi antiabbandono sarebbe dovuto entrare in vigore nel marzo 2020 e non il 7 novembre, con diffusione della notizia dal pomeriggio del 6.

Comunque  scopriamo cosa sono questi apparecchi antiabbandono che, come cita la circolare ministeriale, sono “dispositivi di allarme costituiti da uno o più elementi interconnessi, la cui funzione è quella di prevenire l’abbandono dei minori di età inferiore ai 4 anni, a bordo dei veicoli M1, N1, N2 e N3 (ossia veicoli per trasporto di persone ma anche veicoli per trasporto di merci) e che si attiva nel caso di allontanamento del conducente dal veicolo”. I dispositivi devono essere omologati e occorre disporre del certificato di conformità del produttore.

Esistono ovviamente anche i seggiolini auto anti abbandono omologati che hanno il dispositivo già integrato e che attualmente sono prodotti solo da Cybex e Chicco. Cybex ha proposto 2 modelli: il seggiolino per i neonati ovvero il Gold Aton M-Size con sensor safe integrato e sistema isofix che può essere utilizzato sin dal primo giorno di vita del bimbo, oppure il Gold Sirona M2 sempre dotato di sensor safe da utilizzare fino al 4 anno di età e che trasmette un messaggio di allarme sullo smartphone attraverso un app.

dispositivi antiabbandono

Chicco è uscita solo con il modello ovetto l’Oasys 0+ utilizzabile fino ad un anno con sistema sensor safe integrato nel sedile che ha 2 diversi livelli di allarme per avvisare della permanenza del bimbo in auto. Per quanto attiene i dispositivi anti abbandono sempre Chicco propone BebèCare easy – tech che funziona come quello dell’ovetto Oasys 0+, mentre Inglesina propone Ally Pad ovvero un cuscinetto che può essere utilizzato sia nell’ovetto sia nel classico seggiolino e dispone di un allarme sonoro e visivo sempre attraverso una app sullo smartphone.
I prezzi variano da 60 a 100 euro a seconda evidentemente della marca.

dispositivi antiabbandono

Vi rammentiamo che le sanzioni pecuniarie ( e non solo) se non muniti dei dispositivi sono:
81 euro (56,70 se si paga entro i primi 5 giorni dalla multa ) e decurtazione di 5 punti sulla patente;
81 euro e sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi se la stessa infrazione si commette per due volte entro due anni.

Inviato da iPhone

Isabella Varetto

Isabella Varetto

Nata nel 1968, post qualsiasi tipo di rivoluzione, è appassionata di Formula1, calcio, tennis e sport in generale; adora lo shopping ed è amante di tutto ciò che è esteticamente bello ! Essendo nata a Torino, città di cui è profondamente innamorata e culla per eccellenza dell'automobile, non poteva che subirne il fascino in tutte le sue manifestazioni. Seguitela su Twitter.