Nuova 911 GT2 RS: la supersportiva GT a trazione posteriore

Lo sappiamo, sicuramente quel titolo “la più veloce e potente 911 stradale” vi ha impressionato… Beh, anche a noi, sappiatelo!
Arriva la nuova Porsche 911 GT2 RS (che con una tecnologia della trazione simile a quella da gara, supera di 59 kW – 80 CV – la versione precedente, con motore da 3,6 litri, e raggiunge una coppia di 750 Nm – + 50 Nm) e già siamo tutti li a sbavare e a cercare di capire quando (e come) riusciremo (almeno) a provarla.

Nuova 911 GT2 RS

In effetti i dati, se in mente avete le forme della 911 di partenza, beh, sono veramente i impressionanti:
motore boxer biturbo (derivato da quello della 911 Turbo S – da 3,8 litri ) da 515 kW (700 CV) grazie al quale questa leggera Coupé con trazione posteriore, del peso di 1.470 chilogrammi a serbatoio pieno, accelera da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e raggiunge una velocità massima di 340 km/h. Questo è, quasi, terreno da hypercar, nonostante (devo confessarvelo) le sue forme non vi mettono mai in soggezione ma, anzi, rassicurano.

Nuova 911 GT2 RS

Grazie a turbocompressori più grandi, un nuovo sistema di raffreddamento supplementare, un cambio a doppia frizione Porsche Doppelkupplung (PDK) a sette rapporti (specificamente adattato alla 911 GT2 RS) ed un impianto di scarico appositamente sviluppato e realizzato in leggero titanio (che quindi pesa quasi sette chilogrammi in meno) è stato possibile ottenere una resa ottimale in termini di potenza. Poi, ovviamente, ci sono un ineccepibile telaio sportivo (per impiego in pista con asse posteriore sterzante e pneumatici Ultra High Performance), un sistema PSM specifico (con modalità Sport perfettamente adattata alla dinamica di guida), potenti prese d’aria di aspirazione, impianto frenante Porsche Ceramic Composite Brake (PCCB) e il pronunciato alettone posteriore, che sottolinea come l’aerodinamica della vettura definisce anche la forma e il design.

Nuova 911 GT2 RS

Se siete amanti del marchio di Stoccarda, beh, difficile rimanere insensibili anche a questo!
I passaruota anteriori con le prese di raffreddamento, la parte superiore degli specchi retrovisori esterni Sport Design, le aperture di ventilazione laterali posteriori e gli elementi della parte posteriore in materiale sintetico rinforzato con fibra di carbonio (CFK), come molti altri componenti interni. Anche il cofano anteriore è realizzato in carbonio per ridurre drasticamente il peso, mentre il tetto con nervatura di serie è in magnesio. Entrambi gli elementi della carrozzeria sono attraversati longitudinalmente da un’ampia scanalatura. Anche nell’abitacolo della 911 GT2 RS si respira aria di trackday: di serie, l’Alcantara rossa, la pelle in colore nero e gli elementi in carbonio a vista. Volante sportivo con paddle, sedili a guscio (realizzati in carbonio) per guidatore e passeggero ma, anche, come in ogni 911, il Porsche Communication Management con il suo sistema audio, la navigazione e i sistemi di comunicazione, ampliati però dall’app Porsche Track Precision che consente di visualizzare, memorizzare e analizzare in dettaglio, i dati di guida sul proprio smartphone.

Nuova 911 GT2 RS

Ma, si sa, gli Ingegneri Porsche ci hanno abituati, negli anni, che la performance può sempre migliorare. Ecco che, anche per questo nuovo modello GT, hanno concepito il pacchetto Weissach che consente di ridurre il peso di quasi 30 chili, grazie a numerosi componenti in titanio e in materiale sintetico rinforzato con fibra di carbonio. La scelta sta a voi, ed è legata (ovviamente) dall’utilizzo che ne volte fare.
Magari evitate la fascia decorativa centrale nel colore della vettura sul cofano del vano bagagli e sul tetto in carbonio a vista che lo accompagna. Ma questo, ovviamente, è solo un consiglio personale.

Nuova 911 GT2 RS

Se poco appeal, almeno per noi, ha l’esclusivo cronografo Porsche Design abbinato alla vettura (con funzione flyback ispirata al Motorsport), ci spiace un po’ che, in una sportiva di questo calibro, risulti sempre opzionale l’irrinunciabile pacchetto Chrono che amplia le funzioni del PCM con l’indicatore di performance e il lap trigger che, posizionato sul rettilineo di partenza/arrivo di un circuito, consente misurazioni precise dei tempi sui giri grazie all’app Porsche Track Precision.

Nuova 911 GT2 RS

Quindi, se vi abbiamo convinto e la volete (come darvi torto) sappiate che la 911 GT2 RS viene offerta in Italia a partire da 293.732 Euro (inclusa IVA e dotazione specifica per il Paese).

Marco Longhini

Marco Longhini

Giornalista iscritto all'Ordine, insegue da sempre (creando strani incastri) le sue due più grandi passioni, AUTO e MUSICA. Ha partecipato a numerosi corsi di guida performance e si definisce un "car addicted"; a differenza di molti colleghi, però, è più interessato ai pregi e difetti con la loro convivenza, che alla quantità di fumo che sono in grado di generare dalle ruote posteriori. Vive nell'eterno dilemma: "lusso o prestazioni" ? Fondatore del Lifersblog (ora casa di villeggiatura) si augura diventi presto il suo domicilio principale...