Green Hell, la supercar Audi R8 limitata a 50 esemplari

Nasce tra le colline tedesche del Nürburgring la nuova supercar Audi R8, denominata Green Hell, edizione limitata a 50 esemplari.
Inferno Verde”, come il circuito del Nordschleife, l’Anello Nord. Già questo vi fa venire voglia di comprarla, vero?

Un omaggio ai successi della racing car Audi R8 LMS, con handling e assetto affinati lungo gli oltre 20,8 chilometri del mitico circuito.
Dietro, un V10 aspirato da 620 CV, la trazione quattro e il cambio S tronic derivanti dalla Performance: da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi e 331 km/h di velocità massima.

Green Hell, la supercar Audi R8 limitata a 50 esemplari

Ovviamente la carrozzeria non poteva che essere verde Tioman (ma è disponibile, anche, nelle colorazioni bianco Ibis, grigio Daytona o nero Mythos). Poi una pellicola nera opaca, ispirata alle vetture da competizione, ricopre il cofano, i montanti anteriori, il tetto e la coda.
Lungo i pannelli porta viene riportato, mediante decal opache, il numero identificativo della vettura, evocativo delle numerazioni utilizzate in gara, un po’ come lungo i sideblade e la fascia superiore del parabrezza spicca il logo “Green Hell R8” in nero lucido.
Cerchi in lega da 20 pollici a 5 doppie razze, resi ancora più aggressivi dagli inserti in rosso.

Nell’abitacolo sedili a guscio, pelle nappa nera con cuciture in contrasto verde Kailash, e fasce centrali in Alcantara, presente anche in altri numerosi dettagli.

Green Hell, la supercar Audi R8 limitata a 50 esemplari

La scocca Audi Space Frame in alluminio e materiale plastico rinforzato con fibra di carbonio pesa solamente 200 kg, mentre il sottoscocca, incluso l’albero di trasmissione, è pressoché integralmente carenato. Una caratteristica che, in abbinamento al generoso estrattore, favorisce la pulizia dei flussi e l’effetto suolo, a vantaggio della deportanza.

Green Hell, la supercar Audi R8 limitata a 50 esemplari

Allo schema delle sospensioni a triangoli sovrapposti, si accompagnano i freni carboceramici e il sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select; alle modalità standard (auto, comfort, dynamic e individual) si aggiungono i programmi “dry”, “wet” e “snow” che influiscono sulla taratura del controllo elettronico della stabilità ESC.

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?