Ferrari J50… Solo 10, personalizzabili dai clienti!

Durante un evento celebrativo, presso il National Art Center di Tokyo, Maranello ha presentato una nuova fuori serie, la Ferrari J50!
Si tratta di una roadster, due posti secca, creata dal reparto Progetti Speciali della Ferrari, che segna il ritorno al concetto di tetto asportabile tipo targa, con motore posteriore-centrale.

160712-car-ferrari_j50_side_risultato

La J50 è realizzata sulla base dell’attuale 488 Spider (V8 da 3,9 litri, con una potenza di 690 CV) ed è stata disegnata dal Centro Stile a Maranello; sarà limitata a soli 10 esemplari, personalizzabili secondo le richieste specifiche espresse da ciascun cliente a livello di colori e finiture. La carrozzeria si contraddistingue per un linguaggio di design radicalmente futuristico e crea una roadster molto ribassata, con una forte dinamicità impressa sul fianco della vettura.

160710-car-ferrari_j50_3_4_fr_risultato

Mentre l’effetto visiera, generato dalle superfici vetrate, ricorda le barchette Ferrari da competizione del passato, la linea di demarcazione nera è una nuova interpretazione di un ricorrente segno stilistico Ferrari utilizzato su vetture iconiche come la GTO, F40 e
F50. Tale fuga grafica diventa un elemento chiave che altera la percezione della linea di cintura, fissandola di fatto a un’altezza decisamente inferiore rispetto al solito.

160714-car-ferrari_j50_int_02_risultato

La J50 si avvale di uno sviluppo aerodinamico molto dettagliato mirato a realizzare soluzioni specifiche funzionali a supporto dello stile. In primo luogo i radiatori anteriori sono stati riposizionati più vicini fra di loro, per consentire un disegno totalmente inedito del paraurti anteriore.La trasversa superiore del parabrezza è stata abbassata per consentire un flusso maggiore sopra il profilo aerodinamico posto dietro alla cabina e sullo spoiler posteriore. La coda è invece dominata da un sapiente gioco di temi grafici e modellati tridimensionali. Il V8 è visibile attraverso una cover trasparente che fornisce un estensione visiva ai due roll hoop separati che proteggono la testa di guidatore e passeggero. Decisamente originale il posteriore, con il design dei quattro gruppi ottici, sovrastato da un profilo alare ad alto carico aerodinamico, che allarga visivamente il corpo vettura. Il diffusore presenta un estrattore la cui forma è ispirata ai postbruciatori dei motori a reazione aeronautici, donando all’insieme una possente presenza. Cerchi forgiati da 20” dal disegno unico sono stati realizzati esclusivamente per questo modello in edizione limitata.

Ferrari J50

All’interno dell’abitacolo, specifiche finiture adornano i sedili sportivi, facendo eco al design del profilo del cofano posteriore, quasi a sottolineare un inconfondibile segno distintivo. L’hard top in fibra di carbonio è diviso centralmente in due pezzi che si
possono comodamente riporre dietro i sedili. La J50 svelata a Tokyo si caratterizzava per il colore rosso tri-strato e gli interni rosso/nero rivesti in pelle e Alcantara. Allora, cosa ne pensate? Che voglia fare un po’ il “verso” alla SV?

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?