EVO37 Kimera, connubio di tradizione e alta tecnologia

Kimera EVO37 trae le proprie origini dal passato, per far rinascere un’icona dell’automobilismo mondiale, portandola al massimo sviluppo prestazionale possibile, come se la vettura dell’epoca fosse stata concepita oggi, con la conoscenza e le tecnologie dei nostri giorni. Un tributo che vuole rendere omaggio a quelle leggendarie vetture degli anni’80 protagoniste dei Campionati Mondiali Rally. Un’icona che ha fatto scuola e che è diventata un modello cult per gli appassionati di automobilismo.

EVO37 Kimera, connubio di tradizione e alta tecnologia

Il progetto è stato concepito nel profondo rispetto per il passato, coinvolgendo da subito il gruppo di lavoro che all’epoca diede vita alle vetture che hanno ispirato la EVO37. Un vero e proprio team tecnico con le migliori aziende dell’hinterland torinese, specializzate nella produzione di automobili. La base di partenza della EVO37, come all’epoca per la vettura originaria, è la cellula centrale del telaio della Lancia Beta Montecarlo di serie, alla quale sono ancorate due strutture tubolari, sull’anteriore e sul posteriore. In questa “evoluzione” la struttura tubolare è portante su se stessa, come per la Delta S4, in cui la cellula è solamente il “guscio” del telaio/roll-bar dell’abitacolo.

EVO37 Kimera, connubio di tradizione e alta tecnologia

L’auto dispone di pneumatici Pirelli “maggiorati”,  sia nel raggio che nella misura del battistrada, da 18” per l’anteriore e 19” nel posteriore con spalla ribassata. Le sospensioni sono state riprogettate completamente, anche se mantengono lo stesso schema dell’epoca ma evoluto, e utilizzano componenti ricavati da pieno e ammortizzatori regolabili Öhlins. Limpianto frenante è marchiato Brembo e sono disponibili fasce frenanti tradizionali o carboceramiche.
Il motore che Kimera Automobili ha montato su EVO37 ha lo stesso monoblocco quattro cilindri in linea dell’epoca, ma è stato riprogettato, re-ingegnerizzato da zero e costruito da Italtecnica, sotto la geniale leadership dell’Ing. Claudio Lombardi, già padre di tutte le motorizzazioni delle mitiche berlinette del team Martini Racing. Un bolide da oltre 500 CV e 550 Nm di coppia.

Collaudatori/ambassador di Kimera Automobili saranno i campioni del passato che gareggiarono nel Mondiale Rally, proprio con la leggendaria squadra corse Martini Racing.  Miki Biasion, in particolare, ha portato avanti sin dall’inizio il lavoro di concezione, progettazione e sviluppo della vettura e affronterà insieme a Luca Betti (CEO di Kimera Automobili) ed altri validissimi tester di eccezione, i collaudi di delibera della vettura finale. Kimera Automobili presenterà ufficialmente EVO37 al prossimo Festival of Speed di Goodwood, nel mese di luglio. La consegna dei primi esemplari, attualmente già in produzione, è prevista a partire da settembre.
L’auto, realizzata in soli 37 esemplari di cui 11 già assegnati ad importanti collezionisti, sarà realizzata e consegnata agli acquirenti (provenienti da paesi di tutto il mondo) ad un prezzo base di 480.000 Euro. La commercializzazione sarà gestita direttamente da Kimera Automobili e da alcuni dealer esclusivi e selezionati.

 

 

 

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?