Suzuki Challenge, monomarca con le GRAND VITARA

Dopo il lungo stop imposto dall’emergenza della pandemia, la stagione 2020 del motorsport entra finalmente nel vivo e vede Suzuki grande protagonista nel mondo delle competizioni fuoristrada. Suzuki Italia patrocinerà, infatti, il Suzuki Challenge, l’entusiasmate monomarca che giunge quest’anno alla 21° edizione e che rappresenta la più genuina espressione del DNA sportivo del marchio in ambito off-road.

Suzuki Challenge, monomarca con le GRAND VITARA

Una formula vincente

Nella sua lunga storia, il Suzuki Challenge si è riservato un posto di spicco nel panorama motoristico nazionale. La formula proposta dall’organizzatore Emmetre Racing è molto allettante. Questo trofeo permette ai clienti sportivi di Suzuki di dar vita alla passione per le gare in fuoristrada a costi contenuti, sfidandosi ad armi pari su percorsi tecnici e contendendosi il montepremi in palio in modo leale, nel rispetto delle regole e degli avversari. Il Suzuki Challenge si corre con GRAND VITARA 3p DDiS allestite con le specifiche del Gruppo T2 definite nei regolamenti del Rally Cross Country. Si tratta di vetture collaudate, affidabili e competitive, in grado di ben figurare in tutte le gare del Campionato Italiano Cross Country Rally 2020, all’interno del quale si svolge appunto il Suzuki Challenge.

Suzuki Challenge, monomarca con le GRAND VITARA

Il calendario del Suzuki Challenge 2020

8 e 9 agosto – 1° Cross Country Valtiberina e Crete Senesi

29 e 30 agosto – 48° Cross Country San Marino

26 e 27 settembre – Cross Country dell’Adriatico

21 e 22 novembre – Cross Country Tuscan Rewind

Ai fini della classifica, gli equipaggi potranno far valere i tre migliori risultati e scartare quello peggiore, che non dovrà però essere quello della prova conclusiva. Questa dovrà essere disputata obbligatoriamente, pena la perdita a tavolino di una posizione in classifica, e i punti in essa ottenuti saranno moltiplicati con un coefficiente di 1.5. Ciò permetterà di lasciare fino all’ultimo incertezza sull’esito conclusivo del trofeo e di dare una possibilità di riscatto anche a chi dovesse accusare una battuta d’arresto nelle prime gare.
Per dare modo a tutti di coltivare la passione per i motori, il Suzuki Challenge prevede da sempre costi d’iscrizione contenuti e questa 21a edizione conferma la policy dell’organizzazione. Ai piloti che hanno già partecipato alle precedenti edizioni è richiesta una quota di soli 500 Euro + IVA, mentre per i nuovi iscritti l’importo è di 1.000 Euro + IVA. Il maggior esborso si giustifica con la consegna di una tuta ignifuga HRX personalizzata Suzuki, che si aggiunge al pacchetto previsto per tutti e che si compone di un giubbotto personalizzato Suzuki e di un kit di adesivi da apporre sull’auto schierata in gara. Al 1° classificato vanno 9.000 Euro + Trofeo.

Tutti i partecipanti al monomarca hanno inoltre diritto a uno sconto del 20% sui ricambi originali acquistati presso la rete delle concessionarie e delle officine autorizzate Suzuki.

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?