Nuova Jeep Compass: primo contatto x “sognatori pragmatici”

Nuova Jeep Compass 4xe Plug-In Hybrid
Potenza 240 CV – Prezzo esemplare provato 49.000 euro

Se avete intenzione di far entrare nel vostro garage la Nuova Jeep Compass (prima Jeep® del Gruppo Stellantis, prodotta a Melfi) dovete porvi una domanda:
Che utilizzo ne voglio fare?
Diventerà l’auto di famiglia e verrà usata per quelle che sono le normali attività quotidiane?
..O, visto che sono anche un appassionato di off road, un mezzo speciale per divertirsi alla ricerca di nuovi itinerari e passeggiate estreme?

Nel primo caso, puntate sulla Limited o l’allestimento S, che offre il massimo di raffinatezza e comfort.
Nel secondo, potete investire (senza pentirvene) sulla Trailhawk, la versione specifica per l’off-road a cui, per vostra fortuna, si aggiunge anche l’edizione di lancio dedicata all’80esimo anniversario Jeep. Sul frontale presenta paraurti e fendinebbia posizionati più alti. Lo stesso intervento ha riguardato l’alloggiamento del radar della telecamera spostato verso l’alto dalla presa d’aria inferiore all’apertura centrale, a vantaggio di una maggiore protezione proprio durante la guida in fuori strada.
Ovviamente scegliete la gamma motori con emissioni di CO2 e consumi ridotti, che trova la migliore espressione con l’ibrido plug-in (una su quattro) 4xe, il nuovo 4×4 secondo Jeep. In modalità 100% elettrica consente di viaggiare a zero emissioni e con un’autonomia tra 47 e 49 km (ciclo WLTP). Nell’utilizzo in off-road prolungato, grazie ai due motori elettrici con la funzione powerloop, la trazione eAWD è sempre disponibile consentendo così di affrontare avventure estreme a zero pensieri.

Il Brand sostiene che Nuova Jeep Compass, oggi, è un modello interamente nuovo.
In realtà, almeno esternamente, occorre un occhio piuttosto attento per andare ad individuare le modifiche di stile. Gli interventi hanno riguardato principalmente il frontale che è ora caratterizzato da un aspetto più ampio e atletico ottenuto attraverso l’utilizzo di elementi stilistici che si sviluppano in senso orizzontale mettendo in risalto la larghezza e la presenza su strada del veicolo. I designer hanno rinnovato il look della leggendaria griglia Jeep, conferendole una posizione più verticale e dividendola in due porzioni orizzontali.
Del resto perché stravolgere (troppo) un modello che rappresenta il 40% delle vendite Jeep in Europa?

Nuova Jeep Compass: primo contatto x “sognatori pragmatici”

Sicuramente, molto più facile apprezzare le migliorie che hanno coinvolto i nuovi interni (questi si completamente rinnovati), zeppi di tecnologia e sicurezza.
Così debuttano in Europa lo Uconnect™ 5 (con touchscreen da 8,4 fino a 10,1” riposizionato al centro della plancia in posizione alta per consentire al guidatore di mantenere sempre lo sguardo sulla strada) che, finalmente, raggiunge e, in alcune opzioni, supera (per il momento) la concorrenza e l’ Highway Assist di livello 2 (L2) di guida autonoma.  Poi spiccano il quadro strumenti digitale full HD da 10.25” (offerto di serie su Nuova Jeep Compass Limited, Trailhawk e S, che mette a disposizione dell’utente circa due dozzine di opzioni di configurazione attraverso 5 menu personalizzabili), la radio DAB, il processore cinque volte più veloce, il sistema operativo Android con integrazione wireless per smartphone Apple CarPlay e Android Auto, il navigatore TomTom interattivo con visualizzazione 3D e riconoscimento vocale naturale e gli Uconnect Services.

Nuova Jeep Compass: primo contatto x “sognatori pragmatici”

Inoltre, l’ambiente interno è stato reso ancora più funzionale con una nuova organizzazione dello spazio della console centrale e un incremento delle soluzioni portaoggetti di circa tre volte, pari a 4,4 litri in più (ovvero dai 2,8 litri della versione precedente ai 7,2 litri del nuovo modello), oltre a presentare uno stile più contemporaneo e distintivo grazie alla nuova plancia ora più elegante e contraddistinta da materiali di pregio e dettagli tecnici in evidenza: dal nuovo tunnel centrale, al nuovo volante, ai nuovi rivestimenti dei pannelli porta fino alle nuove finiture e materiali interni.

Gli ADAS di ultima generazione comprendono, di serie su tutta la gamma: il Traffic Sign Recognition, che legge e interpreta i cartelli stradali; l’Intelligent Speed Assist, che mantiene automaticamente il veicolo entro i limiti di velocità segnalati; il Drowsy Driver Alert, che avverte il guidatore quando un momento di sonnolenza abbassa il suo livello di attenzione; e l’Automatic Emergency Braking con riconoscimento Pedoni e Ciclisti. Ma la novità più importante è l’Highway Assist, che combina Adaptive Cruise Control e Lane Centering, regolando automaticamente velocità e traiettoria (anche se, pare, sarà disponibile solo nella seconda metà dell’anno).

Tre cambi (manuale a sei velocità, automatico a doppia frizione DDCT o automatico a sei marce) – e trazione anteriore o integrale. Per i nostalgici (o le flotte) rimangono disponibili (ovviamente) anche le motorizzazioni diesel (1,6 litri e 130 CV) e plug-in hybrid (tutte omologate Euro 6D Final e con due livelli di potenza – da 190 e 240 CV, cambio automatico a sei velocità e trazione integrale eAWD) da 269 euro al mese, con 2 anni di manutenzione e 4 anni di Garanzia inclusi. Il listino prezzi in Italia della Nuova Jeep Compass parte da Euro 29.850, per la “Longitude” equipaggiate con motore 1.3 benzina da 130 CV, fino a raggiungere il top di gamma con le versioni Trailhawk ed S 4xe con motorizzazione plug-in hybrid a Euro 49.200.

Nuova Jeep Compass: primo contatto x “sognatori pragmatici”

Guidata in autostrada, la Limited e la S permettono viaggi rilassanti e comodi, anche grazie al livello di isolamento dall’esterno dell’abitacolo. Su strade extra urbane il peso continua a sentirsi e, quindi, anche un leggero rollio. Le sospensioni e la meccanica dell’auto, però, assorbono molto bene le asperità del terreno.
Se non fosse per i baffetti anteriori (che hanno valenza aerodinamica) strade bianche e percorsi off road (con pendenze leggere) verrebbero affrontati senza problemi. Buona la visuale e comodo il rinnovato volante. Difficile, invece, mettere in difficoltà la Trailhawk, grazie ai programmi dedicati e ai migliorati angoli d’attacco. La propulsione ibrida, inoltre, fornisce grande coppia anche ai bassi regimi e permette di superare piccoli e grandi ostacoli.
Ma, se poi dovete usarla solo in città, beh, perché portarvi appresso un peso inutile?
Tanto, volendo, potete avere il cofano bi-colore anche sulla S …

Se avete qualche dubbio, beh, potete provarla con il nuovo long test drive di Leasys: 2, 3 o 7 giorni in promozione a 27 € al giorno per decidere se acquistarla, noleggiarla o finanziarla… Cosa chiedere di più?

Marco Longhini

Marco Longhini

Giornalista iscritto all'Ordine, insegue da sempre (creando strani incastri) le sue due più grandi passioni, AUTO e MUSICA. Ha partecipato a numerosi corsi di guida performance e si definisce un "car addicted"; a differenza di molti colleghi, però, è più interessato ai pregi e difetti con la loro convivenza, che alla quantità di fumo che sono in grado di generare dalle ruote posteriori. Vive nell'eterno dilemma: "lusso o prestazioni" ? Fondatore del Lifersblog (ora casa di villeggiatura) si augura diventi presto il suo domicilio principale...