McLaren P1 di Jenson Button: vi piacerebbe metterla in garage?

Non capita molto spesso di trovare una McLaren P1 sul mercato dell’usato. Figuratevi se il suo primo proprietario è un ex campione di Formula Uno. La P1 di Jenson Button è, infatti, in vendita tramite Steve Hurn Cars, che elenca esplicitamente la sua appartenenza a Button. Il campione britannico, che ora vive in America, ha vinto il campionato del mondo di F1 2009 alla guida di Brawn GP.
Si è ritirato nel 2016, ma è rimasto con la McLaren (come pilota di riserva) fino a quest’anno.

McLaren P1 di Jenson Button

L’auto ha un colore esterno Grauschwartz Grey con il pacchetto Stealth. All’interno (grazie al McLaren Special Operations) ci sono interni in Alcantara grigi e neri. Ma Button aveva dotato la P1 con una miriade di altri gadget. Le opzioni includono specchi e braccioli in fibra di carbonio, ruote forgiate leggere, freni in carbo ceramica con pinze gialle e cuciture a contrasto gialle (come parte degli interni MSO).

Sul fronte tecnico, la P1 è dotata di un sistema audio Meridian, un sistema di tracciamento del veicolo e un’opzione MSO molto agguerrita: la Track Mode 2. Quest’ultima opzione, da nuova, costa $ 26,100 e aggiunge il software per posizionare l’hypercar in una versione da strada (quindi consentita) della versione Race Mode.
Dopotutto, questa P1 era la macchina di un pilota di F1, no?

McLaren P1 di Jenson Button

Con l’aggiornamento, la P1 fa 903 CV tramite un motore V8 da 3,8 litri biturbo, accoppiato con un sistema ibrido elettrico.
L’hypercar ha debuttato nel 2013 e solo 375 esemplari sono stati costruiti ad un prezzo di $ 1,15 milioni ciascuno.
L’ammortamento non ha trovato una casa qui, però, perché Button (per la sua P1) ne chiede $ 2,09 milioni.

McLaren P1 di Jenson Button

Sarà per questo che il pilota britannico la lascia?
Button ha usato Instagram per annunciare la sua vendita e ha dichiarato: “Ho deciso di mettere la mia McLaren P1 in vendita in modo che qualcun altro possa goderla. È una decisione difficile, ma vivendo in America non ho davvero la possibilità di guidare questa bellezza“, ha aggiunto “Prima le ho dato un ultimo assalto a Silverstone il mese scorso, però!

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?