Golf GTI, arriva la ottava serie e conservava la praticità!

Sin dal momento del suo debutto, nel 1976, la Golf GTI ebbe un grande impatto: nonostante fossero pochi dettagli estetici a distinguerla dalle Golf “ordinarie”, divenne presto chiaro che quest’auto fosse qualcosa di completamente inedito e unico. Sotto l’apparenza tranquilla della carrozzeria, c’era una vera auto sportiva: la Volkswagen era riuscita a trasformare una semplice compatta in un’auto dalle elevate prestazioni, che tuttavia restava alla portata del grande pubblico e conservava la praticità necessaria nell’uso quotidiano.

Golf GTI, arriva la ottava serie e conservava la praticità!

Presentata in anteprima mondiale all’inizio di marzo, l’ottava generazione della Golf GTI ha saputo, ancora una volta, reinventarsi. L’attuale Golf GTI è digitalizzata e connessa alla rete, al passo coi tempi: una sportiva compatta agile, pura, efficiente e all’occorrenza veloce fino a 250 km/h, un concentrato high-tech dell’età digitale dotato di una potenza di 245 CV.

Le novità di questa Golf 8 GTI sono dentro, fuori e sottopelle: nuovo è il design anteriore, che per la prima volta sfoggia un listello della calandra illuminato e fari fendinebbia a LED disposti a X. Paraurti anteriore aperto con alette GTI e griglia a nido d’ape, diffusore GTI e terminali di scarico a destra e a sinistra. Il bloccaggio del differenziale (di serie) ne migliora sensibilmente le doti di maneggevolezza.

Nuovo anche l’interno, con il tasto start/stop dell’avviamento che pulsa di luce rossa, il volante sportivo con comandi touch e la leva shift-by-wire del cambio DSG dotato di curve caratteristiche. Nuova l’interfaccia totalmente digitale Digital Cockpit, così come i servizi We Connect che introducono a bordo streaming, web radio e ulteriori funzionalità online.

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?