Alfa Romeo GTV, arriverà anche la Spider?

Il risveglio dell’Alfa Romeo è iniziato con la 4C, ha avuto successo con la berlina Giulia e un grande successo con il crossover Stelvio. A giugno abbiamo appreso che entro il 2022 il marchio prevede di aggiornare tre dei suoi modelli e di introdurre quattro nuovi modelli sul mercato entro il 2022, tra cui una coupé GTV (Gran Turismo Veloce) basata sulla Giulia. Ora, rumors, dicono che potrebbe arrivare anche una decappottabile Spider GTV. Secondo Car, il coupé GTV arriverà nel 2021 e il GTV Spider lo seguirà dopo appena 18 mesi.

Alfa Romeo GTV

Ciò dovrebbe creare un bel po’ di concorrenza con BMW e le convertibili Audi.
Mentre alcune varianti di GTV entry-level sono presenti nel docket, è la versione di primo livello che ci interessa di più.
Grazie a un pizzico di energia elettrica, il prossimo GTV sarà disponibile in una versione con oltre 600 cavalli di potenza. Sempre secondo Car, il motore sarà un V6 da 2,9 litri, produrrà 460 CV e il sistema ibrido lo porterà a 530 CV. Un’ulteriore spinta elettrica E-Boost riuscirebbe ad elevare la spinta fino ad oltre 600 CV.

Alfa Romeo GTV

È interessante notare che l’unità elettrica consentirà anche la guida silenziosa di soli EV con 50 km di raggio. Negli Stati Uniti Alfa Romeo ha già detto che la GTV avrà una distribuzione del peso anteriore/posteriore 50/50 e quattro ruote motrici.
Rifare le porte posteriori per creare una coupé dovrebbe far sì che la GTV si distingua ancora di più, contro un mare di concorrenti relativamente noiosi.
Quelli con un po’ più di denaro da spendere dovrebbero tenere gli occhi aperti per il prossimo ritorno di Alfa Romeo 8C. Questa è la vera supercar nella scuderia Alfa e, la prossima generazione, sarà davvero selvaggia. Secondo le prime informazioni, potremmo aspettarci un telaio monoscocca in fibra di carbonio, più di 700 cavalli, e tempi di 0-100 Km/h sotto i 3.0 secondi.
Insomma: Alfa Romeo si sta attrezzando per offrire opzioni davvero avvincenti in uno spazio pieno di una forte concorrenza.
Il suo vantaggio? Una targhetta storica, un suono straordinario e uno stile italiano!

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?