110 Ans Bugatti, la Chiron Sport “special edition”

Quasi nessun altro marchio di auto di lusso può vantare una lunga tradizione come Bugatti. Il produttore francese di hypercar (ma, non dimentichiamocelo, fondata nel 1909 dall’emigrato italiano Ettore Bugatti) festeggia i 110 anni con una special edition della Chiron Sport limitata a 20 unità (che, se considerate il costo, non sono poche per una auto di tale levatura).
Questa nuova edizione non è solo esclusiva, ma rende omaggio alla Francia.
La casa attuale, infatti, nacque nel 1909 quando Ettore Bugatti la fondò a Molsheim, in Alsazia – al tempo territorio tedesco – ma per convenzione l’azienda viene da sempre classificata come francese, essendo tale regione tornata alla Francia dopo il trattato di Versailles.
Stiamo sottolineando la nostra origine e le nostre radici francesi a Molsheim“, afferma Stephan Winkelmann, Presidente di Bugatti Automobiles S.A.S.

110 Ans Bugatti, la Chiron Sport "special edition"

Il tricolore francese “Le Bleu-Blanc-Rouge” con i suoi colori di libertà (blu), uguaglianza (bianco) e fratellanza (rosso), decora il corpo e gli interni in diversi punti e si armonizza perfettamente con lo straordinario design della Chiron Sport.
La vernice opaca Steel Blue nella parte posteriore dell’auto, prodotta con un processo molto complesso, ha una lucentezza come acciaio laminato a caldo. La tipica linea Bugatti, la “C” dominante che circonda l’abitacolo, è anch’essa verniciata in acciaio blu.
La parte frontale è realizzata in fibra di carbonio a vista, ancora una volta di colore opaco, che suggerisce l’acciaio.
Lo schema cromatico bicolore ricorda i modelli storici: negli anni ’20 questo tipo di verniciatura era un segno di lusso ed esclusività, mentre ora indica un carattere sportivo e un’elevata competenza tecnologica.
Nel caso della Chiron “110 ans Bugatti“, lo schema cromatico divide la carrozzeria nella monoscocca e nel vano motore.

110 Ans Bugatti, la Chiron Sport "special edition"

Dietro i cerchi in lega verniciati in nero “Nocturne”, sono visibili le pinze dei freni blu chiaro (French Racing Blue).
La parte posteriore è dominata dal diffusore e dal paraurti in acciaio Carbon Blue lucido, con il sistema di scarico nero opaco a contrasto. Il tetto Sky View (costituito da due pannelli fissi in vetro sopra i sedili del guidatore e del passeggero) è di serie su questa special edition. La parte inferiore dello spoiler posteriore vanta la bandiera francese su tutta la larghezza. Il suo meccanismo è anodizzato in nero opaco per armonizzarsi con il logo nero opaco.

110 Ans Bugatti, la Chiron Sport "special edition"

Il tricolore francese è presente anche in diversi punti all’interno della “110 ans Bugatti”. I due poggiatesta e gli schienali dei sedili sportivi, con la bandiera francese in posizione verticale, e il segno delle 12 sul volante in pelle.
Il volante sportivo combina la fibra di carbonio opaca con una copertura in pelle blu.
L’interno è rivestito in morbida pelle Deep Blue. I rivestimenti delle portiere, i lati e le aree dei sedili sportivi sono rivestiti in Alcantara. Luminosi elementi blu racing francesi sui contorni dei sedili, vani portaoggetti, rivestimenti delle cinture e la pelle dei pulsanti di apertura dei finestrini offrono un contrasto sportivo. La chiave della “110 ans Bugatti” è circondata da tre toppe in pelle cucita nei colori del tricolore. Un’altra caratteristica speciale che testimonia l’elevato livello di artigianalità è un medaglione appositamente predisposto nello spazio di stivaggio della consolle centrale, realizzato in argento massiccio con inserti in smalto, posizionato su una lastra in fibra di carbonio.

In attesa di poterla vedere dal vivo a Ginevra, siamo sicuri che Bugatti ci stupirà anche con una novità ancora più esclusiva.
Del resto le auto sportive Hyper sono  una tradizione Bugatti sin dalla creazione del marchio e, ormai, fanno parte del suo DNA.

redazione

redazione

Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metallizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore?