Lifersblog logo verticale
Mazzanti Evantra 1

Prova su strada Mazzanti Evantra

Vogliamo condividere
con te le nostre
"emozioni di guida"

Continua
Mazzanti Evantra 2

Anche tuSOGNA

Mazzanti Evantra

Continua
Mazzanti Evantra 3

Test DriveSU STRADA

Mazzanti Evantra

Continua
Prezzo:> 750.000 € Potenza: 751cv

Mazzanti Evantra Prove su strada

Luca Mazzanti (Ceo & Founder) mi ha appena mandato un sms ed io, da quando l'ho visto, non sto più nella pelle. Nel testo c'è scritto che mi aspetta a Pontedera e, in allegato, c'è una foto che non lascia dubbi sul "per fare cosa"... Ci sono le chiavi dell'Evantra !

L'ultima volta che ci siamo visti, in occasione del Top Marques di Monaco, sono riuscito a strappargli una promessa: che me l'avrebbe fatta guidare. Bene, il sogno si sta per avverare !L'ho capito dal nostro primo incontro (che risale, ormai, a qualche anno fa) che Mazzanti ha lasciato perdere le scelte facili quasi da subito, per dedicarsi a progetti interessanti, ma a volte anche scomodi. In una parola: sfide. 
Così mi sono immediatamente appassionato alla sua Evantra ed ho iniziato a seguirla, incontrandolo ogni volta che mi fosse possibile, per vederne gli sviluppi.
Ora siamo all'80% di questa 01 che, molto presto, volerà (è proprio il caso di dirlo) tra le braccia del suo proprietario quindi, con questo "Lifers Test" preparatevi a qualcosa di veramente speciale !

Da 00 a 01 in un secondo

Appena arrivato in Azienda vedo la "00" (che spero, sinceramente, rimanga in Italia) e non posso non accarezzarne, come si fa con una bella donna, il "viso" sensuale, ricordando la prima esperienza vissuta con lei, anche se solo sul sedile del passeggero.
Poi la mia attenzione si sposta alla 01 che, con il suo bianco “Dolomia” (con i suoi cristalli, che brillano al sole e omaggiano i famosi “marmi di Carrara”), i nuovi cerchi OZ (ovviamente dal disegno esclusivo) e il nuovo pacchetto aerodinamico (con finitura in carbonio a vista) rende le sue forme ancora più aggressive e slanciate.
È sempre un momento di meraviglioso stupore quello dell’apertura delle sue portiere a elitra: configurazione particolarissima, Luca la definisce “a vento, ma con movimento obliquo”, dove il perno che unisce lo sportello alla carrozzeria è posizionato in basso, nella parte posteriore. Risulta pure comoda, oltre che coreografica, anche se mettersi al volante non è un’impresa semplice se si aggiunge che, per salire a bordo, bisogna letteralmente scavalcare l’ampio (e alto) brancardo longitudinale. Poi, però, ci si dimentica di tutto. Chiusa la porta ci si ritrova in un mondo che, benché sia di chiara ispirazione sportiva, è anche fatto di pellami di prima qualità, morbidi al tatto e completamente naturali.

Mazzanti Evantra 10

E' il momento di entrare


È sempre un momento di meraviglioso stupore quello dell’apertura delle sue portiere a elitra: configurazione particolarissima, Luca la definisce “a vento, ma con movimento obliquo”, dove il perno che unisce lo sportello alla carrozzeria è posizionato in basso, nella parte posteriore. Risulta pure comoda, oltre che coreografica, anche se mettersi al volante non è un’impresa semplice se si aggiunge che, per salire a bordo, bisogna letteralmente scavalcare l’ampio (e alto) brancardo longitudinale. Poi, però, ci si dimentica di tutto. Chiusa la porta ci si ritrova in un mondo che, benché sia di chiara ispirazione sportiva, è anche fatto di pellami di prima qualità, morbidi al tatto e completamente naturali.
La regolazione del sedile (non dimentichiamoci che l’abitacolo viene fatto sulla misura “di chi lo vestirà” ) ci da una chiara idea dell'altezza del proprietario ma, con qualche stratagemma, anche dall'alto del mio 1:87 riesco a raggiungere una buona posizione di guida.

Mazzanti Evantra 5
Mazzanti Evantra 5

La ... accendiamo?

Il processo di "inizio avventura" è assolutamente “Made in Italy”: dopo aver inserito la chiave, particolare ma non vistosa come su altre supercar, si deve armeggiare con i tre pulsanti (verde, bianco e rosso, vi ricordano qualcosa ?) che sono sul pannello superiore: il verde da corrente al quadro, mentre premendo il rosso si scatena il ruggito del V8. Solo al ritorno dal nostro giro, mi ricorderò che il bianco è quello che si occupa dello spegnimento.
Non ci sono seconde possibilità sulle splendide strade delle colline toscane, niente vie di fuga, nessuna rassicurante area bordo pista in ghiaia. Il pericolo è chiaro. 
Sole, asfalto, strada, curve... Si, proprio quelle che hanno ispirato le linee dell'Evantra ed il suo concetto tecnico.

Mazzanti Evantra 1

Agio, grip & sound

Con una coppia motore che raggiunge gli 860 nm @ 5000 giri/min non c'è molto da scherzare; l'Evantra, in questo momento, è priva del controllo di trazione (l'elettronica, comunque, sarà "discreta" anche nella sua versione definitiva), l'acceleratore va  dosato con sensibilità e il cambio AMT robotizzato (6 marce, inseribili attraverso lunghi paddle fissi, ma posizionati in modo perfetto) e ancora da calibrare, sopratutto nell'opzione "strada" dove, per il momento, attiva ugualmente in modo brusco i vari rapporti (come dovrebbe succedere, invece, solo nella più aggressiva "Corsa") rendendo gli innesti ancora più coinvolgenti. Non cercate rifugio in una modalità "automatica", perché qui non esiste. Lo 0-100 avviene in 3 secondi netti e, potendolo fare, tireremo dritti fino a 360 Km/h di velocità massima. I freni, by Brembo, sono potenti ed hanno una buona sensibilità anche alle basse velocità. Altro aspetto da non sottovalutare.

Inizierò con dire che, per quanto complessa, l'Evantra ti mette subito a tuo agio. E sufficiente trovare spazio e coraggio per scatenare le sue potenzialità. Le curve sono tortuose e strette per approfondire la conoscenza completa del motore (V8, 7.0 aspirato di derivazione GM; in pratica quello della Corvette, ma completamente rivisto), se non per pochi secondi alla volta, perciò Luca (che starà sempre al mio fianco) mi chiede di concentrarmi più sulle doti del telaio. È curioso. Sono il primo giornalista (e la terza persona al mondo) a cui è concesso il privilegio di guidarla e, malgrado sia all'oscuro dei giudizi dati pochi giorni prima da Loris Bicocchi (uno dei migliori e più richiesti collaudatori al mondo) le mie percezioni e sensazioni, da normale utente della strada, rispecchiano le sue, ovvero:
Si guida con incredibile destrezza, è docile e comunicativa, molto ben bilanciata e reattiva. grip stratosferico, ma confortevole oltre ogni più ottimistica aspettativa (al punto che, beh, puoi - anche - pensare di utilizzarla per andarci a fare le spesa). Lo sterzo, poi, è incisivo e veloce e tra queste strade piene di curve impegnative sembra danzare.
Poi c'è il sound! Il latrato mostruoso che rimbomba nelle colline... Luca dice che alcune frequenze (che alla lunga potrebbero dar noia) spariranno, ma sono certo che il V8 continuerà a lanciare suoni degni di essere ascoltati. Magari da più fastidio qualche vibrazione interna che, però, è localizzata e fa parte di quel 20% su cui c'è ancora da lavorare. Pure la forma del volante (di diametro ridotto e posizione verticale) è perfetta, cosa non sempre scontata, anche se si è su una supercar. Ad ogni passaggio il ritmo aumenta e la confidenza prende il sopravvento. L'Evantra sembra spronarti a continuare a schiacciare sempre più il pedale destro per mostrarti (se c'è ne fosse bisogno) di essere in grado di sostenere questo fantastico gioco per tutto il giorno. Ma io mollo il gas, memorizzando (e, forse, già rimpiangendo) le sensazioni provate.

Mazzanti Evantra 1

Mazzanti Evantra 1

Mazzanti Evantra 1

ancora novità?

Arriviamo nel luogo dello shooting e, una volta sistemata, l'Evantra (che, incredibilmente, ha superato in modo agevole anche un breve tratto di strada sterrata) sembra un'astronave che brilla luminosa nel deserto. Una specie di "siluro fotonico" alla Star Trek. Non possiamo che rimanere fermi ad ammirarla, in questa sorta di "paesaggio lunare", in attesa di mostrarvela (dal vivo) al Cars and Coffee di Torino!

Ci sono grosse novità che la riguardano ma ho giurato, solennemente, a Luca di tenere la "bocca chiusa". Se amate i video, però, non dovrete aspettare ancora molto.
C’è ne uno spettacolare in arrivo in cui le due Evantra si sfideranno su delle strade stupende… Ed io mi sto già dando dei pizzicotti per essere sicuro di non sognare !

Mazzanti Evantra 8
Mazzanti Evantra 3
Mazzanti Evantra 3b

I don't Like



Luca è un amico e, proprio per questo, insiste nel farmi trovare qualcosa di migliorabile. Lo accontento: il sistema multimediale che, malgrado sia touch, appare un po' datato nelle forme. Anche in questo caso sorride, sornione. Scommettete che è già prevista un'innovativa "primizia"?

Lifers Cool



Che è generosa, ha il cuore grande ed un buon carattere... Poi è completamente "Made in Italy !

Anche tu hai un'auto che ci vorresti far provare?

(riservato a concessionari e proprietari di auto particolari)

RINGRAZIAMENTI SPECIALI

Abbiamo potuto vivere questa esperienza e possiamo condividerla con voi grazie a Luca Mazzanti e Niccolò Englaro


Marco Longhini
Marco Longhini

Autore

Andrea Ciprelli
Andrea CIPRELLI

Fotografia

Vuoi acquistare le immagini in alta risoluzione con liberatoria copyright?

contattaci e ti mostreremo l'album fotografico completo da cui scegliere

testi ed immagini di questo articolo sono protetti dalla legge sui diritti d'autore. E' partanto vietata la riproduzione senza espresso consenso scritto da parte della redazione di LifersBlog.

Powered by zenweb | privacy policy | cookies